L’Ethiopia potrebbe introdurre un sistema nazionale di Pagamenti per i Servizi Ecosistemici

In Ethiopia, Ministero dell’Ambiente, Foreste e Cambiamento Climatico dell’Ethiopia sta lavorando, congiuntamente con altri organi statali e instituzioni internazionali, all’introduzione di un sistema di Pagamenti per i Servizi Ecosistemici (PES).

Il progetto “Mainstreaming Incentives for Biodiversity Conservation in the Climate Resilient Green Economy Strategy (CRGE)”, finanziato dal GEF,   prevede infatti l’elaborazione di un Piano Strategico Nazionale dei PES e l’adozione di contratti di PES in 4 siti pilota.

Il secondo Rapporto sullo Stato del Capitale Naturale in Italia – 2018

Il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha trasmesso al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro dell’Economia la seconda edizione del Rapporto sullo Stato del Capitale Naturale in Italia – 2018.

intende rafforzare la sensibilizzazione sul tema del Capitale Naturale e la sua integrazione nei processi decisionali politici, inoltre  grazie ad una sempre maggiore sinergia tra esperti della materia, centri di ricerca nazionali ed internazionali, e la pubblica amministrazione, importanti progressi sono stati fatti in termini di arricchimento dei fattori di analisi, di miglioramento della valutazione biofisica degli ecosistemi, di definizione di un percorso metodologico per l’attribuzione di una misurazione monetaria del flusso di Servizi Ecosistemici prodotti dal nostro Capitale Naturale.

LIFE SEPOSSO e Servizi Ecosistemici

Il progetto Life SEPOSSO, Supporting Environmental governance for the POSidonia oceanica Sustainable transplanting Operations, realizzato con il contributo della Commissione Europea, ha l’obiettivo di migliorare la Governance italiana dei trapianti di Posidonia oceanica, habitat marino prioritario 1120* sensu Direttiva Habitat (1992/43/EEC), eseguiti per compensare i danni causati da opere e infrastrutture costiere. Il progetto si avvale della collaborazione di numerosi stakeholder con cui ideare e applicare buone pratiche e strumenti software innovativi, che permetteranno di aumentare l’efficacia della pianificazione e del controllo delle attività di trapianto. Ciò permetterà di contribuire all’applicazione della legislazione ambientale europea (EIA-2014/52/EU e MSP-2014/89/EU) e di sensibilizzare i cittadini sull’importanza e sul rispetto delle praterie di P. oceanica e dei siti marini della Rete Natura 2000.

Nell’ambito del LIFE SEPOSSO verrà sviluppata un’analisi e valutazione dei servizi ecosistemici delle praterie di Posidonia oceanica, al fine di includere questo strumento nell’ambito delle valutazioni ambientali degli interventi su tale habitat.